L’olio d’oliva. I prodotti della Romagna.

L’Emilia Romagna è una tra le migliori produttrici di olio italiane. Sul territorio romagnolo, la presenza della pianta di olivo, la troviamo sulle prime colline a ridosso della “costa adriatica romagnola” nelle province di Rimini e Forlì-Cesena, che da testimonianze sembra avere radici molto lontane risalenti all’età villanoviana.

Ad oggi fonti statistiche hanno dimostrato la presenza di circa 300.000 piante, in cinquemilacinquecento ettari di terreno. Troviamo il 70% di queste in provincia di Rimini, il 20% in quella di Forlì-Cesena e il restante 10% in quella di Ravenna.

Due gli olii extravergini d’oliva riconosciuti DOP: Brisighella DOP e Colline di Romagna DOP.

La produzione del Brisighella viene fatta in quattro comuni delle provincie di Ravenna e Forlì. La si ottiene dalla molitura di olive locali (la varietà nostrana Brisighella) raccolte direttamente dall’albero entro la data del 20 dicembre di ogni anno. L’olio ottenuto è caratterizzato da profumo intenso, colore verde smeraldo e sapore molto caratteristico che lascia in bocca una piacevole sensazione amarognola e piccante.

L’olio extra-vergine di oliva Colline di Romagna prodotto dagli uliveti esistenti sulle colline delle Provincie di Forlì-Cesena e di Rimini precisamente nel territorio compreso fra Roncofreddo, Montiano, Longiano e Borghi è un olio dalle qualità distintive, per le eccellenti capacità organolettiche e la sua bassissima acidità. Questa tipologia di coltivazione la troviamo anche sulle alture di Modigliana e Forlì, Forlimpopoli, Bertinoro, Cesena e Savignano.