Lo Speedminton e la Riviera Romagnola

Un’idea per giocare all’aperto nelle calde giornate estive oppure un modo per fare sport in modo divertente? Lo speedminton è entrambe le cose.
Si tratta di un’evoluzione del badminton e si può praticare ovunque, al coperto, in spiaggia, al parco.
Pensate che alcune ricerche sostengono, che lo Speedminton aiuta a dimagrire e a tonificare, grazie al movimento costante di braccia, spalle e pettorali.
Il bello di questo sport è che per praticarlo non c’è bisogno di chissà quale tecnica particolare; lo possono praticare tutti, basta avere solo tanta voglia di divertirsi!

La Storia: dallo Shuttleball allo Speedminton

Il gioco è nato nel 2001 a Berlino ad opera di Bill Brandes, che chiama il suo nuovo sport “shuttleball”, per poi rinominarloin seguito Speedminton. In origine l’idea dell’inventore era di creare una variante del Badminton da svolgersi all’aperto, e perciò modificò il classico volano in uno nuovo, più piccolo e più resistente, oggi chiamato SPEEDER.
Nel 2008 il gioco è approdato anche in Italia ed a Rimini è nata la prima associazione sportiva dedicata a questo sport: Speed Club Rimini. In questo stesso anno si è svolto anche il primo Campionato Europeo di Speed Badminton, a Liverpool.
Tutt’ora il gioco dello Speedminton è in costante crescita sia a livello Europeo che  livello nazionale.

L’attrezzatura e il campo per il gioco

Il campo da Speedminton è formato da due quadrati di 5,5 metri posizionati a distanza di 12,8 metri l’uno dall’altro. L’attrezzatura che vi servirà per giocare è una racchetta simile a quella usata per lo squash, con una lunghezza massima di 61 cm dal manico alla testa e una superficie massima di 650 cm cubi nella zona delle corde. L’altro strumento è il volano, denominato speeder, più pesante di un volano convenzionale. La sua forma e il suo canale d’aria gli permettono di stabilizzare la traiettoria contro la velocità del vento.

Le regole dello Speedminton

Lo scopo del gioco è mandare la palla oltre gli angoli esterni della superficie di gioco avversaria; la palla non dovrà toccare il campo e neanche volare troppo in alto per permettere all’avversario di raggiungerla. Il punto viene assegnato se lo Speeder cade nella zona dell’avversario o fuori dell’area delimitata, tocca un giocatore o viene colpito due volte di fila. Ogni palleggio può valere come punto. Il gioco termina quando si raggiungono i 15 punti (2 punti di differenza in caso di pareggio). Si cambia campo alla fine di ogni set per mettere i giocatori nelle stesse condizioni (vento, sole ecc.).

Curiosità…

Blackminton: di notte a tutta velocità

Il Blackminton è una variante dello Speedminton e viene praticato di notte su un campo illuminato da raggi ultravioletti e linee fluorescenti. Lo Speeder con luce fredda integrata e l’area di gioco tralucente offrono uno scenario magico. Inoltre, l’abbigliamento fluorescente fa brillare i giocatori di una luce particolare… da provare!