Le Ricette di Nonna Maria: la Ciambella Romagnola

La ciambella è un dolce tipico della Romagna presente in tutte le feste (anche nel periodo natalizio); si distingue dalle altre ciambelle per non avere il foro, per la forma a panetto e per la consistenza friabile e un po’ biscottata. Generalmente ricoperta di granelli di zucchero, viene consumata sia da sola sia intinta nel latte o in un buon bicchiere di vino.

Ingredienti:

  • 300 g di farina
  • 2 uova
  • 200 g di zucchero
  • 1 lievito
  • 1 vanillina
  • 1/4 limone grattugiato
  • 100 g di strutto

Unire tutti gli ingredienti insieme e amalgamarli per qualche minuto in una ciotola. Spostare il composto su un piano di lavoro e proseguire impastando a mano, in modo tale che lo strutto si sciolga attraverso il calore delle mani. Una volta ottenuto un panetto omogeneo e compatto, dategli la forma di un filoncino e adagiatelo su una teglia da forno ricoperta con carta paglia. Prima di infornarlo, schiacciare leggermente il filoncino con i palmi per appiattirlo. Guarnirlo con la granella di zucchero.
Cuocere la ciambella in forno ventilato a 170° per circa 30 minuti, avendo cura di girare la teglia dopo i primi 15 minuti per ottenere una cottura omogenea. Una volta cotta, sfornate la ciambella e lasciatela
intiepidire prima di servirla.
Una variante molto conosciuta, è la ciambella con l’uvetta da aggiungere agli ingredienti precedenti.

Consiglio di Nonna Maria: il segreto per ottenere una buona ciambella romagnola è usare mani e amore; è proprio impastando a mano, come da sempre fanno le nonne romagnole, che si realizza una ciambella perfetta.