L’Atlantide dell’Adriatico… “La Leggenda di Valbruna”

Tra le tante meraviglie che il nostro paese offre, oggi parleremo della zona a confine tra l’Emilia Romagna e le Marche, e specificamente della bellissima località di Gabicce Mare dove si estende la riserva naturale di San Bartolo. Si tratta di un luogo affascinante dove potrete ripercorrere le tracce che portano alla leggenda dell’Atlantide dell’Adriatico.

Si narra infatti che al largo del mar Adriatico, di fronte alla costa che si estende tra Gabicce e Cattolica, si estendesse un tempo un lembo di terra emersa, sul quale si era sviluppata una vera e pro pria città. Si tratterebbe di una città di origine romana, i cui resti sarebbero apparsi nel corso della storia sulla spiaggia di Vallugola alimentando la leggenda e la speranza di trovare le tracce di Valbruna.

Molti ricercatori e turisti hanno cercato di captare qualche segno di una città scomparsa ma in realtà i tanti sopralluoghi effettuati non hanno portato nessuna prova della reale presenza anche se di tanto in tanto, infatti, riaffiorano dagli abissi strane formazioni dalla forma inequivocabile: capitelli, parti di colonne, pietre. Come se non bastasse, i pescatori, spinte le loro barche al largo in cerca di pesce, giurano di aver visto più di una volta le reti impigliarsi in strane strutture sommerse.

Che si tratti di una leggenda o di una realtà ancora da scoprire, di certo il mito della città sommersa è una delle mille ragioni per cui almeno una volta nella vita la località di Gabicce va assolutamente visitata.