La città dell’Albana e del Sangiovese.. “Bertinoro”

Bertinoro è un paese dove primeggiano il buon vino e la buona tavola.

Il borgo di origine Medioevale è situato su una collina da cui si gode di un magnifico panorama sul mare a sulla pianura romagnola. Per questo motivo è conosciuto come “Il Balcone della Romagna” oltre a essere la “Città del Vino” e la “Città dell’ospitalità”.

Percorrendo le viuzze del borgo di Bertinoro, fra palazzi storici, chiese, abitazioni e i sentieri che costeggiano i resti dell’antica cinta muraria, si respira un’atmosfera di stampo medievale. Il cuore medievale di Bertinoro si identifica con Palazzo Ordelaffi situato in Piazza della Libertà dove si trova anche la Torre dell’Orologio che, in passato, grazie alla sua notevole altezza, fungeva da faro per i naviganti.

Bertinoro è “Città del vino”, il che significa appartenere alle associazioni “Res tipica” legate all’ANCI e partecipare a selezioni e fiere sia nazionali che internazionali. Bertinoro è famosa per la produzione di vini conosciuti per l’intensità dell’ aroma, per l’amabilità, per il vigore ed il profumo e per la qualità di una produzione che si può apprezzare in decine di grandi e prestigiose fattorie oltre che in numerose cantine a conduzione familiare.vole altezza, fungeva da faro per i naviganti.

L’Albana, chiamato anche “l’oro di Bertinoro”, è un vino bianco DOCG prodotto da vitigni autoctoni romagnoli.
Il Sangiovese, che rappresenta lo specifico terroir (termine francese che indica l’insieme dei fattori ambientali, di clima, terreno e paesaggio che interagiscono con la vite nel determinare le caratteristiche del vino. )della zona, per cui la menzione geografica “Bertinoro” può essere utilizzata solo nella produzione del “re” dei vini: il Romagna Sangiovese DOC Riserva.

A Bertinoro non manca nulla: buon vino, buona cucina e numerosi eventi.