Fiera di San Martino a Santarcangelo di Romagna

Un tempo il giorno di San Martino (11 novembre) sanciva per i contadini romagnoli la scadenza dei rapporti di lavoro e gli eventuali rinnovi di contratti di mezzadria fra proprietari terrieri e mezzadri; avveniva dunque la compra-vendita del bestiame, degli attrezzi agricoli, di scorte alimentari. Era un momento privilegiato di affari ma anche occasione di festa e di incontri.

In particolare sono due le cose che fanno della fiera di San Martino una manifestazione che richiama ogni anno numerosi visitatori: i cantastorie, che si danno appuntamento ogni anno in occasione della Sagra Nazionale a loro dedicata, e le famosissime ‘corna’ appese sotto l’Arco della centralissima piazza Ganganelli.
Queste corna, secondo la tradizione, dovrebbero segnalare, oscillando, se la persona che vi passa sotto in quel momento è stata vittima del tradimento dell’amata/o.

La Fiera di San Martino è basata principalmente sul cibo: nella “La Casa dell’Autunno”, in Piazza Marini si possono trovare i prodotti tipici di molte regioni italiane, nella centrale Piazza Ganganelli all’interno di “Casa Romagna” vengono proposte specialità della tradizione emiliano-romagnola, e i tanti punti ristoro che soddisfano ogni richiesta, dalla piadina alla polenta. Non mancano poi, accanto al tradizionale mercato ambulante, esposizioni di cose vecchie, artigianato artistico, auto e macchine agricole, delle quali la città è allegramente “invasa”.

La nuova edizione della Fiera di San Martino si svolge a Santarcangelo dal 10 al 12 novembre 2017.